Vellutata di zucca Hokkaido con Skyr

la zucca è la protagonista indiscussa dell’autunno e dell’inverno, grazie alla sua estrema versatilità in cucina. Dolce, salato, agrodolce, piccante, in padella, al forno, insomma, consente una varietà di declinazioni infinita, sia nei metodi di cottura che nella preparazione. Questa volta mi sono sbizzarrita a preparare una vellutata dal gusto un po’ affumicato, dato dal fatto che la zucca va cotta in forno e la cosa la rende leggermente abbrustolita (non bruciatela eh). La bellezza dell’Hokkaido è che non si butta via (quasi) niente, un po’ come si dice per il maiale (ih ih)…non va infatti nemmeno sbucciata, ma semplicemente ben lavata e svuotata dei semi e dei filamenti (c’è chi i semi non li butta via, ma li sciacqua e li tosta al forno, per un reale “zero sprechi”).

Come quasi tutte le ricette che pubblico, anche questa è una preparazione facile e veloce, ma dal gusto avvolgente, perfetta per queste serate un po’ freddine.

INGREDIENTI (per 3)

ZUCCA HOKKAIDO circa 600 grammi (calcolate sempre 200 g. circa a persona)

1 PATATA di medie dimensioni (200 g. circa)

1 CIPOLLA di medie dimensioni

1 litro (anche di più, in base alla consistenza che preferite) di BRODO VEGETALE (o acqua calda)

un cucchiaio di OLIO extravergine di oliva

SALE

PEPE

NOCE MOSCATA

PREZZEMOLO tritato

CURCUMA in polvere a piacere

semi di ZUCCA 1 cucchiaio

3 cucchiai di SKYR al naturale (facoltativo)

Lavate accuratamente la zucca, togliete la parte con il picciolo, togliete semi e filamenti e tagliatela a pezzi, senza togliere la buccia. Conditela con sale, pepe, olio, curcuma e adagiatela su una teglia ricoperta di carta forno e fate cuocere, in forno già caldo a 180°C, per un quarto d’ora. Nel frattempo mettete, in una pentola alta, un cucchiaio di olio e fate soffriggere la patata e la cipolla tagliate a pezzi; aggiungete l’acqua calda (o il brodo) e portate a bollore. Una volta cotta la zucca mettetela nella pentola con il resto, aggiustate di sale e aggiungete, se vi piace, una grattatina di noce moscata (o altra spezia che amate particolarmente). Lasciate andare sul fuoco ancora qualche minuto, aggiungendo acqua se ritenete (fino a raggiungere la consistenza desiderata. Impattate e aggiungete un cucchiaio di skyr (se vi piace, potreste anche scegliere dello yogurt greco o della ricotta) e i semi di zucca leggermente tostati in un padellino caldo (giusto un minuto, senza olio, il tempo di vederli lievemente abbrustolire) Io, come ultimo tocco, ho aggiunto del prezzemolo tritato che potete anche omettere!

Questa ricetta è una di quelle che può essere completata in due tempi: il giorno precedente o qualche ora prima, potete preparare la zucca la forno per poi utilizzarla come descritto sopra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...