Gnocchi di zucca

Facilissimi, ma davvero per davvero, non la solita frase d’apertura che si rivela poi la fregatura del secolo, del tipo che a metà dei preparativi ti domandi se forse intendessero facile per Carlo Cracco…oltretutto economica e sana. La farina che uso è quella di tipo 1, la zucca che prediligo è la Butternut oppure la violina, anche se tendenzialmente il concetto è quello di non sceglierne una troppo acquosa (in quest’ultimo caso potrebbe essere necessario quindi un aggiustamento nel quantitativo di farina da utilizzare).

Non mi stancherò mai di ripetere che ottimi risultati si ottengono a partire da ottime materie prime e procedimenti corretti. In questo caso la zucca sarebbe meglio cucinarla al forno o al vapore, anziché bollirla, perché, in quest’ultimo caso, la quantità di acquosità diventa esagerata.

INGREDIENTI (3 porzioni)

500 grammi di ZUCCA già pulita

150 grammi di FARINA tipo 1

1 uovo INTERO

NOCE MOSCATA a piacere

1 cucchiaio di PARMIGIANO REGGIANO grattugiato

SALE&PEPE  a piacere

 

Pendi la zucca cui avrai già eliminato la scorza e tagliala in pezzi abbastanza grandi. Ora hai due strade:

  • distribuiscila in una una teglia foderata di carta forno e mettila nel forno portato a 200° C (ventilato) per 15 minuti o comunque finché non riuscirai a fare entrare una forchetta nella polpa (con facilità)
  • cuocila a vapore per il medesimo tempo e sempre e comunque finché non riuscirai a fare entrare una forchetta nella polpa con facilità

Una volta cotta schiaccia la polpa. Se l’hai fatta ben cuocere, ti sarà sufficiente usare una forchetta e schiacciandola in una terrina ne otterrai una crema. Aggiungi l’uovo, il sale, il pepe, la noce moscata, il parmigiano e la farina e mescola. Dovrai aver ottenuto la consistenza del purè (abbastanza appiccicoso).

Porta a bollore dell’acqua in una pentola e aggiungi del sale; a questo punto aiutandoti con due cucchiaini crea delle quenelle di impasto che farai scivolare nell’acqua a bollore. Dopo che avrai fatto cadere sul fondo una decina di gnocchi, aspetta che vengano a galla e scolali con una schiumarola in un piatta da portata o in una pirofila. Finisci in questo modo l’impasto e condisci a piacere (nel mio caso il must è burro, salvia e parmigiano).

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...